Metodi di elaborazione dello sperma

Come viene elaborato lo sperma per la FIVET?

L’elaborazione di base dello sperma riguarda principalmente la separazione dello sperma dal plasma seminale e allo stesso tempo, se possibile, la separazione del maggior numero possibile di spermatozoi immobili.

I metodi di elaborazione di base includono, ad esempio, lo swimm-up (il metodo più vecchio, che è poco utilizzato oggi, basato sul movimento attivo degli spermatozoi), la separazione degli spermatozoi in gradiente (utilizzata nel Sanatorium Helios) o la separazione degli spermatozoi microfluidici (MFSS). In generale, questi metodi selezionano spermatozoi ben mobili, che hanno maggiori probabilità di essere funzionali e geneticamente sani (ma questa non è necessariamente la regola).

Come viene deciso il metodo di elaborazione dello sperma e fecondazione degli ovuli?

Sappiamo dai nostri risultati di lunga durata che lo sperma con DNA frammentato si verifica quasi altrettanto spesso negli uomini con valori normali dello spermiogramma come in quelli con uno spermiogramma patologico.
Oltre allo spermiogramma di base, è altrettanto importante esaminare l’integrità del DNA spermatico e, in base ai risultati complessivi, decidere un metodo specifico di fecondazione (fecondazione classica “in provetta”, ICSI, PICSI).

La fecondazione dell’ovulo stesso può essere preceduta da un’altra selezione di spermatozoi – la MACS (selezione magnetica degli spermatozoi in base alla loro effettiva vitalità) e/o PICSI (selezione di spermatozoi ben maturi con la capacità di legarsi all’ovulo). Nei casi indicati combiniamo metodi MACS e PICSI.

Che cosa è la MACS?

La MACS (separazione delle cellule attivate magneticamente) è un metodo non invasivo per selezionare gli spermatozoi in base al loro stato funzionale. Consente l’elaborazione del campione di sperma per aumentare le possibilità di fecondazione di successo con qualsiasi metodo di riproduzione assistita. Con il metodo MACS, gli spermatozoi con DNA danneggiato vengono catturati e rimossi. Gli spermatozoi che superano questa selezione hanno qualità migliore rispetto al campione originale.

Lo sperma danneggiato con DNA eccessivamente frammentato provoca il processo di morte cellulare. Nelle prime fasi della morte cellulare, che altrimenti potrebbero non essere riconoscibili, le cellule espongono sulla loro superficie una sostanza fosfatidilserina, che normalmente si trova solo all’interno della cellula. Il sistema MACS contiene nanoparticelle magnetiche che si legano a questa sostanza. Utilizzando un campo magnetico, è possibile catturare tali spermatozoi e rimuoverli dal campione.

Gli spermatozoi rimanenti hanno valori di movimento, morfologia e frammentazione del DNA migliori rispetto al campione originale. Di seguito possono essere utilizzati per qualsiasi metodo di riproduzione assistita. Le possibilità di fecondazione con questi spermatozoi sono maggiori.

 

Metodo MACS
Metodo MACS
Metodo MACS
Il campione di sperma purificato viene miscelato con una soluzione speciale contenente nanoparticelle magnetiche che hanno la capacità di legarsi allo sperma danneggiato.
La miscela di sperma e nanoparticelle viene applicata a una colonna di separazione magnetica, che cattura lo sperma danneggiato noc le particelle legate all’interno.
Lo sperma di alta qualità che passa attraverso la colonna senza essere influenzato viene catturato in una nuova provetta.
Metodo MACS
Gli spermatozoi ottenuti vengono ulteriormente elaborati secondo il metodo per il quale devono essere utilizzati (p. es. ICSI, PICSI, IUI)

Per ulteriori informazioni accedere al seguente link:

Scelta del metodo di fecondazione degli ovuli

Accertamenti uomo

CONTATTATECI