1. La terapia ormonale per stimolare la maturazione degli ovociti

Sulla base dei risultati del profilo ormonale, dell’AMH e dell’età della donna, vengono scelti un protocollo di stimolazione lungo o breve e preparati di stimolazione. La paziente poi applica questi preparati secondo precise istruzioni e si sottopone a controlli regolari durante la stimolazione.

2. Il controllo della stimolazione

Durante i controlli regolari (di solito il 5 °, 8 °, 11 ° giorno di stimolazione), il numero e la dimensione dei follicoli vengono misurati mediante ecografia e contemporaneamente viene controllato il livello degli ormoni FSH, LH ed E2 nel sangue. Nel pomeriggio dello stesso giorno, i risultati del sangue e il reperto presso l’UTZ vengono valutati insieme dal medico primario e la paziente viene informata dalla coordinatrice sulla procedura successiva – dosaggio dei preparati (se necessario), data di ulteriore controllo , interruzione della stimolazione, ecc.

3. Il colloquio embriologico

Durante la stimolazione, ogni paziente (possibilmente con un partner) viene sottoposta a un colloquio con un embriologo. Con aiuto di immagini viene alla coppia spiegato tutto quello che occorre sapere del intervento, viene  chiarita la scelta del metodo di fecondazione degli ovocite (se si aspettavano i risultati degli esami di controllo), i pazienti vengono istruiti sulla necessità di compilare i consensi informati, che prenderanno casa da leggere e riempire. Questi consensi informati verranno presentati prima del prelievo degli ovociti.

4. Il prelievo ovocitario (Pick-up)

La stimolazione di solito dura almeno 11-12 giorni, quindi il prelievo ovocitario viene eseguito non prima del 13o, più spesso il 14o giorno. In caso di necessità, p.es. crescita irregolare o lenta del follicolo, la stimolazione deve essere prolungata. L’ultimo giorno di stimolazione, la paziente riceve la sera un’ultima iniezione secondo le istruzioni. Poi c’è una pausa e il giorno dopo arriva con il suo compagno la mattina per il prelievo ovocitario. Il prelievo ovocitario viene eseguito in anestesia 34-36 ore dopo l’iniezione finale, è una procedura breve, la paziente lasia la clinica dopo 2 ore accompagnata dal suo compagno.

5. Il prelievo del liquido seminale

Il prelievo deve essere effettuato lo stesso giorno del pick-up. Il prelievo del liquido seminale può essere effettuato fuori il nostro reparto. Il campione deve essere raccolto in un contenitore sterile e devono essere soddisfatte tutte le condizioni per il trasporto, che vi verranno indicate. Possiamo usare anche lo sperma congelato, in assenza di sperma nell’eiaculato (azoospermia) è possibile tentare di ottenere sperma dal tessuto testicolare (TESE).

6. La preparazione di cellule riproduttive per la fecondazione

Gli ovociti dopo la puntura dei follicoli vengono conservati in un’incubatore e la fecondazione avviene circa 3-4 ore dopo il prelievo. Lo sperma dopo il prelievo viene elaborato secondo un metodo scelto in anticipo (coincubazione classica dei gameti, ICSI, PICSI), l’elaborazione dello sperma può essere integrata dal metodo MACS.

7. Fecondazione degli ovociti

Se sulla base dei risultati dello spermiogramma e dei test funzionali viene selezionata la cosiddetta fecondazione classica, dopo un certo tempo dal prelievo degli ovociti, gli spermatozoi elaborati vengono aggiunti agli ovociti per la fecondazione spontanea in “in una provetta”.

Se viene selezionata la micromanipolazione (ICSI, PICSI), gli ovociti vengono liberate delle cellule del cumulo, viene valutata la loro maturità e gli ovociti vengono fecondati inserendo lo sperma nell’ovocita utilizzando un ago micromanipolatore.

8. Il controllo della fecondazione

La fecondazione degli ovociti viene valutata il giorno successivo. La paziente chiama il laboratorio di embriologia alle 10:15, dove ottiene informazioni del numero di ovociti maturi e fecondati.

9. Il controllo dello sviluppo dell’embrione

La patiente riceverà ulteriori informazioni sullo sviluppo degli embrioni il 3 ° giorno, chiama il laboratorio di embriologia alle 10:15.

10. Il transfer, congelamento, PGT

Il 5° e 6° giorno di sviluppo dell’embrione, la paziente telefona alle 8:00 per concordare con l’embriologo l’uso di embrioni di qualità. Il transfer fresco viene effettuato il 5° giorno. Il 6° giorno tutti gli embrioni di alta qualità vengono congelati (vitrificati). Il tempo del transfer fresco viene concordato con la paziente la mattina del 5° giorno. Di solito è previsto per la mattina. Se è pianificato un esame PGT-M / PGT-A, viene eseguita una biopsia degli embrioni allo stadio di hatching blastocyst (HB) e fully hatched blastocyst (FHB). Gli embrioni vengono congelati dopo la biopsia (prelievo di cellule) e trasferiti in uno dei cicli successivi. I risultati dell’esame PGT sono disponibili entro di 4 settimane dopo la biopsia. I risultati vengono comunicati alla paziente telefonicamente da uno specialista in genetica clinica.

11. Crioembriotransfer

Se non è stato effettuato il transfer fresco e gli embrioni sono stati vitrificati, il KET viene di solito pianificato in uno dei cicli successivi. Sulla base delle istruzioni del medico, la paziente concorda con la coordinatrice il controllo e la preparazione per il KET. Per programmare un controllo prima del KET, la paziente chiama la coordinatrice all’inizio del ciclo – si prega di osservare l’orario di lavoro 7-15:30. Il controllo si pianifica  per il 11.-14. giorno del ciclo, In caso di necessità vengono eseguiti due controlli.

12. Test di gravidanza

Si consiglia di eseguire il test di gravidanza il 10.-12. giorno dopo il transfer dell’embrione. Se il test di gravidanza è chiaramente positivo, non è necessario eseguire un esame del sangue. Tutto quello che deve fare è ordinare un esame ecografico circa una settimana dopo il test positivo.

Contattateci

Modulo di contatto
Quali servizi vi interessano?
Torna in alto